• Cosa e' l'APE e a cosa serve

L'Attestato di Prestazione Energetica e' un documento che viene rilasciato da un tecnico (il certificatore energetico) accreditato e iscritto all'elenco dei certificatori della regione in cui si trova l'immobile da certificare.

Tale documento permette di ottenere diverse informazioni quantitative sulle prestazioni energetiche dell'immobile, in particolare la quantita' di energia primaria necessaria per soddisfare le esigenze relative all'utilizzo dell'immobile. Ad esempio per un appartamento ad uso abitativo, l'approvvigionamento di energia si rende necessario per riscaldare gli ambienti o raffrescarli e per riscaldare l'acqua per uso sanitario. La quantita' di energia necessaria viene calcolata ipotizzando un uso standard convenzionale dell'immobile e quindi non rispecchia esattamente il consumo di un nucleo familiare specifico che vive in un determinato momento nell'appartamento in quanto tale valore non sarebbe oggettivo: ogni persona puo' preferire ad esempio, riscaldare l'ambiente ad una temperatura diversa, oppure abitare nell'appartamento solo per pochi giorni alla settimana, ecc.. Pertanto la possibilita' di conoscere il fabbisogno energetico in condizioni di uso standard e' l'unico parametro che permette di confrontare le prestazioni di diversi edifici. Quando si acquista/affitta un appartamento l'APE, infatti, ci permette di avere utili informazioni aggiuntive per determinare la scelta in quanto i parametri che vengono considerati nel calcolo sono molti e con un esame visivo sarebbe difficile prenderli tutti in considerazione correttamente: esposizione, posizione, edifici o altri ostacoli contigui che potrebbero produrre ombreggiamenti, composizione delle pareti e dei soffitti, superficie e tipologia di infissi, cassettoni e porte, contiguita' con locali non riscaldati, caratteristiche degli impianti, ponti termici, ecc. Inoltre nell'attestato viene anche presentato (obbligatoriamente) almeno un intervento migliorativo, per ridurre i consumi: viene descritto l'intervento e quantificati i costi per la sua realizzazione, viene valutato in quanto tempo verrebbe "ripagato" economicamente, e solitamente viene proprio suggerito quell'intervento che con minor costo permette di avere un maggiore risparmio. Questa dunque e' un'altra informazione utilissima al fine di valutare  interventi di riqualificazione energetica.

Per altre tipologie di immobile vengono anche considerati i consumi relativi all'illuminazione, ascensori, scale mobili, ecc. 

Seppure l'utilita' immediata sia quella di valutare le caratteristiche del singolo immobile, l'intento della legge e' volto anche a migliorare la situazione del patrimonio immobiliare europeo per favorire un'evoluzione verso un minore impatto ambientale.

 

  •  Quando e' necessario

-  in caso di compravendita di immobili (negli annunci vanno inseriti gli indici di prestazione energetica, valore in kWh/mq anno e deve essere allegato all'atto di compravendita)

- donazione di immobili

- per ottenere l'agibilita' di un edificio, quindi anche nel caso di immobili di nuova costruzione al termine dei lavori

- in caso di locazione (nell'annuncio e messo a disposizione del conduttore)

- in caso di ristrutturazione importante

- per gli edifici pubblici

Sono previste sanzioni (D.Lgs 192/05, art.6) per il proprietario inadempiente (ad esempio nel caso di compravendita tra 3000€ e 18000€, nel caso di locazione tra 1000€ e 4000€).

 

  •  Come viene redatto

L'attestato viene redatto mediante calcoli e l'impiego di un software approvato dal Comitato Termotecnico Italiano. La procedura prevede che il certificatore abilitato esegua obbligatoriamente almeno un sopralluogo (corredato da foto) nell'edificio al fine di rilevare tutti i dati necessari. Pertanto bisogna diffidare dai servizi presenti in rete che offrono la redazione di attestati a distanza.

E' un processo piuttosto lungo in quanto devono essere registrate molte informazioni. A titolo di esempio, alcuni dei dati da rilevare sono: tutte le misure dell'immobile (superfici dei locali, altezze dei soffitti,..), le zone con cui confina, l'esposizione, gli edifici e gli ostacoli che si trovano all'esterno, la stratigrafia delle pareti (un esempio di pura invenzione: intonaco esterno, mattoni forati 10cm, intercapedine 15cm, mattoni 8cm, intonaco interno) e di pavimenti e soffitti, le dimensioni e le caratteristiche delle superfici trasparenti (finestre: materiali, perimetro, superficie, numero di vetri, spessore dei vetri e tipologia di eventuale gas interno, caratteristiche dei cassettoni e del sottofinestra, presenza di tendaggi, persiane o tapparelle, ecc.), le caratteristiche delle porte che confinano con l'esterno (tipologia, spessore, materiali che le componono, isolamento, ecc.), le caratteristiche dell'impianto di riscaldamento (servono tutti i parametri tecnici della caldaia e dei terminali), le caratteristiche dell'impianto per la produzione di acqua calda sanitaria e di quello per la climatizzazione estiva, rilevazione di eventuali ponti termici... Inoltre sono necessari i parametri catastali e nell'eventualita' di impianto termico condominiale e' necessario prendere contatto con l'amministrazione per effettuare un sopralluogo nel locale caldaia. 
Ovviamente la possibilita' di disporre di tutta la documentazione possibile (planimetria, schede tecniche degli infissi, porte, radiatori, caldaie, ecc.. ) e l'essere in regola con i periodici controlli degli impianti termici e la relativa iscrizione al CAITEL (catasto degli impianti termici), rende il lavoro piu' agevole.

Successivamente all'ottenimento di tutti i dati necessari il certificatore effettua i calcoli e redige l'APE. Quindi versa il contributo spese pari a 20€ e trasmette l'attestato al SIAPEL (sistema informativo degli attestati di prestazione energetica della regione Liguria) ed infine lo consegna al committente (fornendo se necessario, delucidazioni sulle informazioni contenute) insieme alla ricevuta di protocollazione rilasciata dalla regione.

L'attestato ha generalmente validita' 10 anni, a meno che non avvengano interventi che alterino significativamente le prestazioni energetiche dell'immobile.

  •   Per maggiori informazioni

Sito ufficiale della regione Liguria per l'ambiente

Consultazione catasto impianti termici

CENED